Resta in contatto

News

Monza-Atalanta, comunque vada sarà romantico

I biancorossi per i primi storici punti in Serie A, i nerazzurri per andare in vetta solitari. La presentazione del Corriere dello Sport

Comunque vada sarà romantico. Per il Monza, all’inseguimento dei primi punti in Serie A, ma anche per l’Atalanta, dopo il crollo della Roma, a caccia del primato dopo le dolci sensazioni assaporate giovedì. L’eventuale successo però non servirà soltanto per poter raggiungere la vetta solitaria, ma anche per proseguire sulla scia positiva lontano dalle mura amiche: se l’andamento in trasferta lo scorso anno aveva rappresentato la luce in fondo al tunnel, nell’attuale stagione può consolidare ancor di più il percorso per il ritorno in Europa.  Quello dell’U-Power Stadium rappresenta un ulteriore test di crescita per la squadra di Gian Piero Gasperini. Proprio contro le compagini più chiuse il suo credo calcistico è stato neutralizzato, ridotto all’osso, reso inoffensivo anche con tutti gli uomini di qualità in campo. Le prime quattro giornate del nuovo campionato hanno invece ribadito la volontà di cambiare un atteggiamento troppo spregiudicato e poco efficace dal punto di vista del risultato: un modus operandi che non piace al Gasp, ma che torna utile ad un gruppo che non spreca più come una volta. Non è escluso nemmeno il cambio di modulo a gara in corso, col passaggio alla difesa a quattro: il 4-2-3-1 già provato e messo in campo negli anni ma entrato a far parte dei dogmi atalantini soltanto da inizio campionato. 
Al di là della posizione attuale e dell’eventuale proiezione di classifica, non mancano le brutte notizie in casa nerazzurra. Nelle ultime ore si è fermato Luis Muriel a causa di un fastidio al ginocchio sinistro, non ci sarà nemmeno Zapata dopo il guaio muscolare alla coscia accusato durante la sfida col Torino. L’attacco dunque sarà tutto sulle spalle di Hojlund, con Ederson e Pasalic a supporto del danese classe 2003. E Stroppa, sollevato dopo gli ultimi arrivi dal mercato, se la giocherà con un modulo simile affidandosi al fattore Pessina, ex di turno, che potrebbe piazzarsi sulla trequarti per infastidire i palleggiatori orobici. In mediana potrebbe fare l’esordio dal primo minuto Rovella, con Sensi a completare il pacchetto. Confermate le assenze di Andrea Ranocchia e D’Alessandro, agli indisponibili si è aggiunto anche Carboni, fermato da una contrattura. E se negli ultimi giorni Gasp ha ribadito il proprio malessere per il mercato, l’allenatore dei brianzoli ha finalmente trovato la quadra: «Per me il lavoro è iniziato due giorni fa. Sono assolutamente soddisfatto, la squadra mi piace e mi sto divertendo. Non mi tolgo dalle responsabilità di quel che è successo, ma nel percorso fatto sin qui cancellerei solo Napoli». L’obiettivo dunque è quello di muovere la classifica: «Non ci sono problemi tattici o di modulo – ha ribadito il tecnico biancorosso -, continuiamo col lavoro. È chiaro che vorremmo fare punti, è fondamentale per dare valore a ciò che stiamo facendo». Dall’altra parte però c’è un primato da consolidare per dare un segnale alle dirette concorrenti: l’Atalanta è tornata, o forse non se ne è mai andata.
Lo scrive Il Corriere dello Sport
Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News