Resta in contatto

News

CdS- Lecce, con il Monza pari polemico «Vogliamo rispetto»

Perla di Sensi da 25 metri, pari giallorosso di Gonzalez Decisioni arbitrali favorevoli al Monza. Sticchi Damiani:   «Il Var non può sbagliare così»

Il Monza ottiene il primo punto stagionale tra le recriminazioni e le proteste dei leccesi, per il determinante concorso da parte dell’arbitro Pairetto (in giornata decisamente negativa) nel risultato: due le decisioni che hanno deciso il punteggio con una disinvolta gestione dei cartellini gialli.  L’arbitro, infatti, ha assegnato ai brianzoli un calcio di punizione di fatto inesistente (tocco veniale di Hjulmand su Caprari), sul quale poi Sensi si è esaltato per il temporaneo vantaggio del Monza. Poi, ha ignorato un plateale fallo di mano da parte di Molina al 28’ del secondo tempo, negando ai giallorossi un gigantesco calcio di rigore che avrebbe cambiato le sorti della partita. Baroni ha così dovuto rinviare la festa del suo compleanno e il Lecce la prima vittoria stagionale in una gara combattuta ma confusa, nella quale i due attacchi hanno sollevato spesso molto fumo, almeno sino alla fase finale quando con il Monza stretto d’assedio, si è esaltato il suo portiere Di Gregorio con due prodigiosi interventi su Gonzalez prima e Colombo poi.

I gol

Le due reti che hanno segnato la storia della partita comunque sono state pregevoli e hanno premiato l’abilità di due giovani: il monzese Sensi ha trasformato da 25 metri il discusso calcio di punizione con un tiro che ha superato la barriera e si è insaccato alla sinistra di Falcone.  Nel destino di Sensi c’è il Lecce: segnò la sua prima rete con la maglia dell’Inter proprio contro i giallorossi nel 2019 e stavolta ha firmato il suo primo gol col Monza proprio contro i leccesi. La rete del Lecce reca la firma di Yoan Gonzalez, spagnolo di 20 anni l’anno scorso nella Primavera: solo 3’ dopo essere entrato in campo al posto di Helgason si è avventato come una furia su una palla calciata dalla zona opposta da Banda, mancata da Di Francesco e agganciata da lui. Poi, in pieno recupero una sua prepotente conclusione di testa è stata deviata da Di Gregorio.

La cronaca

Il Monza si è opposto dignitosamente al Lecce nei primi 45’ sviluppando pure qualche buona trama, ma nella ripresa si è limitato a cercare con affanno di contenere gli attacchi dei locali senza mai impensierire Falcone. Per la verità, prima della rovente fase finale, entrambi gli attacchi non erano riusciti a dare prova di concretezza e di peso, con la differenza che quelli del Monza apparivano evanescenti e quelli del Lecce arrembanti ma nello stesso tempo confusi.  Al netto delle valutazioni arbitrali che comunque hanno deciso il punteggio finale, comunque il Monza racimola un punto e il Lecce deve accontentarsi del terzo pareggio. A fine gara né il tecnico né i giocatori del Lecce si sono presentati in sala stampa. Lo ha fatto per tutti il Presidente Sticchi Damiani, il quale ha manifestato la propria delusione, affermando tra l’altro: «Pretendiamo rispetto. Dove è necessario il suo aiuto, il Var non può sbagliare così».

Lo scrive Il Corriere dello Sport
3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News