Resta in contatto

News

Cragno: “Sono felice al Monza. Stroppa allenatore esigente”

Intervista del nuovo portiere biancorosso che ha parlato della stagione che sta per cominciare. Qui la prima parte

Gli occhi di Alesso Cragno brillano per la soddisfazione di far parte del primo Monza della storia targato Serie A. Scrive La Gazzetta dello Sport.

Come è stato l’impatto con la società di Berlusconi e Galliani?
«Molto positivo, si vede l’organizzazione e il livello elevati. Hanno fatto la storia non solo del calcio, ma dello sport italiano».

Lei è passato in pochi giorni dalla B col Cagliari alla A col Monza: che giorni sono stati?
«Non facili. A Cagliari mi sentivo a casa, è stata durissima. Ero e sono affezionato a quella piazza».

Poi è arrivato il Monza…
«Nella vita bisogna sempre ripartire, quando si cade bisogna rialzarsi. E la chiamata del Monza mi ha reso felice».

Cosa l’ha colpita quando è andato da Galliani per la firma?
«Una serie di maglie di sportivi appese in casa, sono rimasto affascinato da una di Djokovic usata in una finale di Wimbledon».

Percepite anche nello spogliatoio l’attesa per il Monza in A?
«C’è proprio la spinta dell’energia positiva che si sente e che deriva dalla promozione. E questa energia deve essere la nostra forza per tutto l’anno. Faremo tutto con una libertà di spirito che sarà la chiave per fare bene».

Lei ha dimostrato che con caparbietà e perseveranza si riesce a stare ad alti livelli…
«Nessuno mi ha mai regalato niente, ciò che ho ottenuto lo sento mio. Mi sono fatto in quattro, c’era sempre qualcosa che non andava in me: una volta i piedi, una volta l’altezza, una volta dicevano “sì è bravino, ma chissà…”. Non ho mai avuto problemi a rimettermi in gioco. Ho dimostrato di poterci stare in A e di meritare la Nazionale».

Il club intende costruire una squadra con due titolari per ciascun ruolo, portieri compresi: come va con Di Gregorio?
«Benissimo, molto disponibile, quando sono arrivato, a spiegarmi cosa vuole il mister».

E con Stroppa?
«Esigente, ha richieste specifiche anche per noi portieri».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News