Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Palladino: “Ci aspettavamo una gara sporca. Il nostro obiettivo resta la salvezza”

Il tecnico biancorosso ha parlato ai microfoni di DAZN dopo la vittoria ottenuta allo Zini contro la Cremonese

Una partita sporca come da programma, ma alla fine ciò che conta sono i tre punti: questo in sostanza il pensiero di Raffaele Palladino dopo il successo ottenuto sul campo della Cremonese.

Di seguito, infatti, le principali dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Monza ai microfoni di DAZN.

LA PARTITA. «Ci aspettavamo una gara sporca, giocata molto sui duelli, le seconde palle e l’intensità. Mi preoccupava soprattutto l’approccio perché poteva esserci un calo di concentrazione dopo i buoni pareggi con Fiorentina e Inter, invece i ragazzi sono stati bravi, entrando subito in partita e cominciando forte e incanalandola bene. La Cremonese poi è stata brava a metterci in difficoltà e a farci abbassare, mentre noi non abbiamo sfruttato alcune occasioni. Nel finale c’è stata un po’ di paura e abbiamo smesso di giocare, quindi ci lavoreremo. Credo comunque che sia una vittoria del gruppo».

I SINGOLI. «Sapevo che sarebbe arrivato il momento degli attaccanti: già prima della sosta trovavamo il gol con regolarità, magari non con gli attaccanti, ma abbiamo sempre creato le occasioni per far male ai nostri avversari. Oggi Petagna, Caprari e Ciurria hanno fatto un grandissimo lavoro, sfruttando quanto creato. Di Gregorio? Sia lui che Cragno sono grandissimi portiere, quasi non da neopromossa. Alessio soffre a stare fuori, ma è un ragazzo straordinario che si allena e in panchina è il primo a esultare con i compagni e a dare consigli. Spero di dargli più spazio possibile, a partire dalla Coppa Italia».

IL GIOCO. «Credo che oggi sia la partita che abbiamo giocato meno bene rispetto alle altre, ma merito va anche alla Cremonese perché ci venivano a prendere alti e ci chiudevano le linee di passaggio. Siamo comunque stati bravi, a tratti ho visto un buon gioco e sono contento della prestazione e dei tre punti d’oro portati a casa».

GLI OBIETTIVI. «Per noi la salvezza equivale a uno scudetto, siamo una neopromossa al primo anno in Serie A. La prima stagione è quella della costruzione, sono arrivati quindici giocatori nuovi e il gruppo si sta formando, quindi manteniamo i piedi per terra e non guardiamo più in là della permanenza in categoria».

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News