Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Palladino: “C’era una bella magia allo stadio. Questa squadra mi fa emozionare”

Il tecnico biancorosso ha parlato dopo il meritato pareggio della squadra arrivato contro l’Inter

Raffaele Palladino ha parlato a Sky dopo il pareggio del Monza arrivato contro l’Inter all’UPower Stadium per 2-2:E’ una giornata meravigliosa che resterà sempre nei nostri ricordi. Oggi era un ambiente meraviglioso, c’era un grande clima, un grande entusiasmo. C’era una bella magia oggi a Monza. I tifosi meritano questa soddisfazioni. Affrontavamo una squadra che lotta per lo scudetto, che pochi giorni fa aveva battuto il Napoli. Resta davvero una grandissima prestazione e sono strafelice del risultato e dell’atteggiamento. Anche in svantaggio non abbiamo mai mollato e siamo rimasti in corsa fino alla fine. Oggi questi ragazzi mi hanno fatto emozionare“.

SUL FISCHIO SUL GOL DI ACERBI:Io ho sentito il fischio di Sacchi quando la palla non era ancora arrivata in area di rigore. Quindi non ci siamo preoccupati perché a quel punto non si poteva più intervenire con il VAR. Io però non parlo degli episodi né a favore né contro. Sbagliamo noi, sbagliano i giocatori e può sbagliare anche l’arbitro. Non mi va di parlare di episodi ma della bellissima prestazione del Monza“.

SUL SUO IMPATTO: “Avevo le idee chiare fin dall’inizio e ho cercato di trasmetterle al gruppo con grande semplicità. Ciurria? Il calciatore intelligente può giocare ovunque e Ciurria è uno di questi. Ha chiuso la gara stasera da terzino destro perché avevamo cambiato modulo. Lui può giocare ovunque. Ho la fortuna di avere una squadra di ragazzi intelligentissimi. Ogni giocatore in base alle caratteristiche che ha può fare più ruoli in campo. Questa è la mia idea di gioco“.

SUI CAMBI: “La lettura della partita è una delle cose più difficili da fare perché ci sono tante componenti di cui tenere conto. Si devono fare tante valutazioni durante una partita in cui sei anche preso dalle emozioni della gara. Bisogna essere lucidi per fare delle scelte in poco tempo. A volte ci riesco altre volte no. Ma l’errore fa parte della mia crescita“.

SU GALLIANI: “Mi sembrava il Galliani dei tempi d’oro del Milan quando guardavo le partite dei rossoneri. Lo devo sempre ringraziare perché lui e Berlusconi hanno avuto davvero un grandissimo coraggio con me. Sono due persone con un grande cuore e davvero appassionate di calcio. Mi stanno molto vicino“.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News