Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Pari giusto, ma Palladino vince la sfida in panchina con Italiano

Risultato giusto al Franchi con una prestazione di grande personalità da parte della squadra di Palladino

Il capolavoro di Cabral, lanciato da Quarta, è stato la naturale conseguenza della netta superiorità della Fiorentina nel primo tempo. La colpa viola, al solito, è stata non chiudere la partita, con il brasiliano in gran spolvero e un Ikonè che saltava sempre l’uomo ma all’ultimo momento sbagliava il passaggio o la conclusione. Scrive La Gazzetta dello Sport.

Così ha lasciato il tempo a Palladino di correggersi e vincere la sfida delle panchine. Nell’intervallo ha cambiato uno spento Caprari per Birindelli e aggiunto Petagna a fianco di Mota Carvalho al posto di Colpani, cambiando il sistema in una sorta di 3-5-2, con Ciurria accentrato e spesso nella posizione di trequartista. L’inerzia della sfida è cambiata: il Monza è diventato più solido, in grado di coprire le fasce, liberare Carlos Augusto per le ripartenze e avere più peso in attacco.

Il pareggio è arrivato al quarto d’ora proprio grazie al brasiliano, appunto, che al volo sfruttava l’assist di Ciurria. La Viola ha reagito con rabbia, Italiano ha speso tutti i “big”, da Amrabat a Kouamé e nel finale arrembante anche Bonaventura e Jovic. Quarta ha sfiorato due volte il gol di testa, negati da Di Gregorio, ma anche Terracciano ha salvato il risultato su Mota Carvalho. Alla fine il pari è giusto.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News