Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Milan-Monza 4-1, le pagelle di ForzaMonza: l’uomo DiGre si toglie la maschera, Ranocchia faro

Sensi vigile senza paletta, Dany Mota non balla. Prestazione non brillante dei biancorossi

Di Gregorio 6: l’uomo DiGre si toglie la maschera e mostra il lato umano. Niente miracoli questa volta ma anche pochissime responsabilità nei gol incassati

Antov 4,5: nel primo gol non riesce a contrastare Diaz. Nell’ultimo si supera con un tentativo di liberare così maldestro che dà il via all’azione poi finalizzata da Leao

Pablo Marì 5,5: Meglio dei compagni di reparto ma niente di indimenticabile. Soffre il confronto con Origi che riesce a limitare compiendo però delle sbavature

Caldirola 5: Sta ancora guardando Diaz sfuggirgli via nel secondo gol. La sua prestazione a San Siro non è da ricordare.
(dal 64′ Carboni 5,5: Meglio in attacco che in difesa. Entra nel gol del 3-1 e vede Tatarusanu dirgli di no)

Ciurria 6: Il fante non delude. Nascono dai suoi piedi i pericoli principali come il cross per il colpo di testa di Carlos Augusto. Theo è però un cliente scomodo e fa difficoltà a contenerlo

Barberis 4,5: Palla lunga e opplà. Diaz aggancia e scompare dai radar dell’ex Crotone andando poi in porta. Bocciato anche da Palladino che prova a difendere la sua scelta in mixed zone ma alla ripresa manda in campo Ranocchia.
(dal 46′ Ranocchia 7: E’ il faro del Monza. Segna un bel gol e si rende pericoloso in altre occasioni. Giovane ma con le idee già ben chiare)

Sensi 5,5: Suona la sveglia con una botta da fuori. Amministra con ordine come un vigile ma Bennacer se ne frega di paletta e fischietto e vince il duello.
(dal 71′ Bondo 5,5: Ricordiamo l’ammonizione per il fallo su De Ketelaere. Altro? Non questa sera)

Carlos Augusto 6: All’Arena gli chiesero della sfida con Theo. Beh, certamente non ha deluso. Però se quel tuffo a volo d’angelo oltre che bello fosse stato anche preciso, chissà…

Pessina 5,5: Si nota la fascia in mezzo al campo ma non la palla tra i suoi piedi. Da lui ci si attende di più

Caprari 5: Versione gambero. La partita non era facile ma i passi sono all’indietro, verso quell’inizio di stagione chiaroscuro.
(dal 71′ Gytkjaer 5: Se anche il vichingo delude la serata non è felice. Due palloni toccati ma zero precisione)

Dany Mota 5: Scelto per non dare riferimenti a Kjaer e Tomori. I due invece la trovano una certezza: la sua assenza nei pressi dell’area. Non balla e non fa ballare
(dal 64′ Petagna 5: Non riesce a ripetersi dopo il grande gol di Udine. Il fisico c’è ma non lo sfrutta)

All. Palladino 5,5: Peccato perché nel primo tempo le occasioni il Monza le crea e nella ripresa non sembra morto. Manca però cattiveria in entrambi le fasi. Qualche scelta (vedi Barberis-Ranocchia) poteva forse essere invertita

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News