Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Carlos Augusto: “Primo obiettivo salvarsi. Palladino ci ha dato positività e fiducia”

L’esterno brasiliano ha parlato del momento della squadra dopo il cambio in panchina che ha portato ottimi risultati

San Siro è la prima cosa che ha visto a Milano: «Era il 5 settembre 2020, ero arrivato in aereo poco prima e mi portarono subito lì perché la sera si giocava l’amichevole fra Milan e Monza: che emozioni, che stadio». Carlos Augusto, esterno sinistro brasiliano di 23 anni originario di Campinas, stato di San Paolo, è uno dei migliori giocatori della squadra brianzola di Raffaele Palladino. È stato fra i protagonisti della promozione e anche in Serie A si sta facendo notare. Domani per lui sarà il debutto al Meazza contro il terzino sinistro più forte del campionato, Theo Hernandez. Scrive Tuttosport.

Torniamo a Milan-Monza. Che partita sarà?
«Loro sono una squadra difficile da affrontare perché cambia spesso atteggiamento tattico. E poi ha tanti giocatori di qualità. Dovremo essere attenti soprattutto ai dettagli».

Il Milan rimane favorito perso scudetto?
«Sicuramente è fra le squadre più forti del campionato, ma da fuori, perché ero infortunato, mi ha impressionato il Napoli. Sta facendo davvero bene, per me è la squadra favorita».

Invece il Monza dove può arrivare?
«Credo che la prima cosa da fare sia salvarsi. Se poi proseguiremo come nell’ultimo mese a giocare bene e raccogliere punti, allora potremmo pensare a qualcosa di più».

L’ultimo mese di buoni risultati coincide con l’arrivo di Palladino in panchina: cosa vi ha dato in più?
«Positività e fiducia in noi stessi. E’ arrivato dopo cinque sconfitte e un pareggio, avevamo bisogno di tirarci su e lui l’ha fatto con un grande lavoro nello spogliatoio. La vittoria sulla Juventus, poi, ha fatto il resto. E’ vero, abbiamo perso con l’Empoli sabato scorso, ma non meritavamo la sconfitta e penso che continuando a lavorare così, potremo toglierci delle soddisfazioni come successo in Coppa Italia con l’Udinese».

Palladino ha 38 anni: essere così giovane l’ha aiutato a calarsi nel gruppo?
«Sì, il fatto che sia stato un giocatore fino a poco tempo fa sicuramente lo ha aiutato a capirci meglio, è entrato subito in sintonia con noi».

Per il tecnico, lei è già pronto per un top club. In estate il suo nome era stato accostato anche a Roma e Inter.
«Mi ha fatto piacere, significa che sto facendo un buon lavoro. Ovviamente ogni calciatore sogna di giocare in Nazionale e disputare la Champions. Ora però devo pensare al Monza e fare bene qui. Chissà, magari ce la farò proprio con il Monza ad arrivare a certi traguardi».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News