Resta in contatto

News

Carboni: “Siamo ambiziosi. Sogno la Nazionale”

Il calciatore del Monza ha rilasciato una lunga intervista ai canali ufficiali della Lega Serie A

La Lega Serie A sta facendo il tour fra le squadre che prenderanno parte al prossimo campionato di Serie A e oggi si è fermata a Monza per realizzare un’intervista ad Andrea Carboni, prelevato dal Cagliari in questa sessione di mercato. Ecco alcune dichiarazioni che il calciatore militante nel club brianzolo ha rilasciato ai canali ufficiali della Lega Serie A.

SULL’AVVENTURA A MONZA. “Sarà molto stimolante, stiamo lavorando tanto. Al momento facciamo fatica e il caldo non aiuta, ma serve per mettere benzina nelle gambe. La Sardegna è un’isola speciale, un po’ staccata da tutto e io non ero mai uscito di casa. Fare questo passo non è stato semplice, ma sono felice perché qui è un mondo diverso. Noi sardi siamo particolari, ma mi troverò bene”.

SU SE STESSO. “Sono un giocatore a cui piace giocare tanto con la palla impostando dal basso. Il mio idolo è Nainggolan, ma mi ispiro a Chiellini e Bonucci, il primo per come difende, il secondo per come imposta”.

SUL NUMERO DI MAGLIA. “Il 44 l’ho preso da Nainggolan ma anche perchè il 4 è il mio numero fortunato. Sono nato il 4 febbraio e il 4 luglio di tanti anni fa sono stato scelto dal Cagliari. Rafforziamo gli influssi positivi”.

SULL’ARRIVO A MONZA. “Monza è una piazza ambiziosa e l’ho scelta per questo. Credono nei giovani e c’è un progetto per il futuro. Con il mister c’è un bel rapporto, era quello che stavo cercando per le mie caratteristiche. Sono arrivati grandi giocatori e sto imparando tanto. Siamo un bel mix di giovani e giocatori più esperti. Proverò a rubare loro il più possibile, a imparare e a migliorarmi”. 

SUL PASSATO A CAGLIARI. “Ho scritto quel post di saluti tornando dall’aereoporto dopo che avevo firmato con la mia nuova squadra. Ho postato una foto di quando ho indossato per la prima volta la maglia del Cagliari e del mio primo cartellino. Emozione pura, ho pensato a tante cose. Ho ripercorso tutta la mia vita in quel tragitto tra l’aereoporto e casa. Devo tantissimo alla società sarda”.

SUGLI OBIETTIVI. “Siamo ambiziosi, ma il primo obiettivo è la salvezza. Il presidente sta costruendo una grande squadra e l’asticella dell’obiettivo si alzerà, ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra. A livello personale voglio dimostrare il mio valore e migliorarmi. Il sogno rimane la Nazionale. Non vedo l’ora di debuttare, già domenica in Coppa Italia, E’ un Torneo che va onorato e rispettato”. 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News