Resta in contatto

News

Dalle lacrime all’ufficialità: in un mese per Birindelli il Monza passa da incubo a sogno

Nella finale ritorno dei play off aveva la sua mancata espulsione aveva portato alle proteste dei bagaj. Ora l’esterno è pronto per l’U-Power Stadium

E’ passato poco più di un mese dalla finale play off e il rapporto con il Monza per Samuele Birindelli è completamente stravolto. Quel 29 maggio l’esterno che indossava la fascia da capitano del Pisa aveva lasciato l’Arena Garibaldi tra le lacrime vedendo sfumare il sogno della promozione in A. Nel match di ritorno aveva suscitato tante polemiche la sua ammonizione al 27′ quando scivolando aveva bloccato con il braccio il pallone diretto a Dany Mota che sarebbe andato tutto solo verso la porta nerazzurra.

I toscani stavano vincendo 2-1 avendo recuperato l’esito dell’andata. Da là il mondo è completamente cambiato nel giro di un’ora e mezza di gioco. Il Monza ha centrato la prima storica promozione in A mentre il Pisa si è leccata le ferite chiamando Maran al posto di D’Angelo. Birindelli, pisano e cresciuto nel Pisa come giocatore e come tifoso, ha accettato l’offerta dei bagaj e si è trasferito in Brianza provocando la rabbia e la delusione dei suoi vecchi tifosi. All’U-Power Stadium sono invece pronti ad accogliere il nuovo titolare della corsia di destra. Dimenticate espulsioni-ammonizioni e lacrime, ora c’è da esultare e divertirsi insieme.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News