Resta in contatto

Approfondimenti

Monza, Perugia è il passato: carica a Brescia per vincere

L’editoriale di ForzaMonza: la situazione in casa dei bagaj che alle 20 al Rigamonti affronteranno le Rondinelle

Eliminare le scorie di Perugia e ripartire. Questa è la missione che Galliani, Stroppa e società si sono dati in questi undici giorni che intervallano l’addio alla Serie A diretta al Curi dall’inizio dei play off al Rigamonti. Il tecnico alla vigilia ha detto di aver visto una squadra ancora più determinata. Questo è quello che si augurano i tifosi a cui l’atteggiamento di alcune partite delicate, tra cui quella decisiva in Umbria quando i bagaj avevano il destino nelle proprie mani, non è affatto piaciuto.

Al Rigamonti il Monza deve ripartire dal match d’andata quando con un netto 2-0 aveva portato a casa l’intera posta in palio. In generale in stagione non ha floppato con le Rondinelle, nemmeno al ritorno quando è stato rimontato sull’1-1. L’eroe della doppia sfida è José Machin che vorrà segnare il terzo gol contro i biancazzurri, nonché il quarto in stagione contro le lombarde considerando anche il gol all’U-Power Stadium contro il Como. Ciurria e compagni hanno due risultati su tre per passare il turno al termine dei 180 minuti ma la mentalità deve essere la stessa che Corini chiede al suo Brescia: giocarsi la doppia sfida pensando però una partita alla volta. Risulta pleonastico dire che i biancorossi passerebbero anche in caso di 0-0 all’andata e al ritorno. Non può partire con questa mentalità la squadra che ha il secondo miglior attacco della regular season oltre a due giocatori in doppia cifra (Valoti sarà assente, Dany Mota presente) più Gytkjaer che insegue a nove reti. Non solo: nel corso della stagione gli uomini di Stroppa hanno dimostrato altri tre aspetti su cui riflettere. Il primo sono le amnesie difensive che hanno portato a subire diversi gol. Il secondo la capacità di reagire e rimontare lo svantaggio anche nei minuti finali. La terza la difficoltà che si ha negli scontri diretti. Bisogna quindi ripartire dal netto 3-0 contro il Benevento alla penultima giornata: giocare in attacco per vincere e festeggiare.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti