Forza Monza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Monza, Apone: “Con Berlusconi è cambiato tutto. Passaggio incredibile”

Il preparatore atletico biancorosso si è raccontato in una lunga intervista

Mauro Apone, un ragazzo della provincia di Varese sbarcato ormai da sette anni nel mondo del Monza del pre e dell’odierno patron Silvio Berlusconi per fare ciò che ama e per cui si è speso tanto: il preparatore atletico. scrive varesesport.com.

Quando nasce il tuo amore per il calcio?
“Nasce da quando ero piccolino. Mio papà è sempre stato un grande appassionato ed ha trasmesso questa passione a me e mio fratello che lo abbiamo seguito fin da bambini. Ho iniziato a giocare a 6 anni alla Cedratese, spostandomi poi alla Gallaratese ed infine a Vanzaghello fino a 22 anni quando ho smesso perché ho iniziato a fare il preparatore atletico a Monza”.

La tua carriera però ha preso una piega decisa, ovvero quella di preparatore atletico al Monza ormai da sette anni. Mi racconti l’ingresso in questa realtà in un momento comunque complicato?
“Sono arrivato al Monza dopo il fallimento che aveva fatto scendere la squadra dalla serie C alla D. Il tutto è arrivato in maniera improvvisa, portandomi così dall’allenare i Pulcini all’essere preparatore atletico di una squadra di Serie D. Il primo anno è stato abbastanza duro, più per l’aspetto relazionale che per altro. Non ero abituato ad avere a che fare con giocatori grandi, la cui gestione è diversa rispetto ai bambini o ragazzini. Mi è servito molto per capire come comportarmi, come poter stare in quell’ambiente. Non ero il primo preparatore, ne affiancavo un altro e ciò mi ha fatto crescere anche al di fuori del campo”.

Poi però tu e il Monza siete cresciuti assieme negli anni..
“Sì è stato inaspettato. Non si aspettava nessuno l’arrivo di Berlusconi a Monza anche perché è stato tenuto ben nascosto in società. Con lui è inutile dire che sia cambiato tutto, sia dal punto di vista economico che di visibilità. Sono cambiate le strutture, l’organizzazione, gli spettatori, tutto. E’ stato un passaggio incredibile. Negli anni sono passato dall’essere aiuto preparatore a preparatore della prima squadra e questo lavorare in tanti ambiti della mia professione mi ha consentito di ampliare le mie conoscenze e la fiducia in me stesso e nelle mie capacità”.

Ora che ruolo occupi?
“Sono coordinatore di tutti i preparatori del Settore Giovanile del Monza. L’anno scorso ho fatto il primo preparatore in Primavera e anche questo mi ha aiutato a capire come lavorare nel Settore Giovanile. Ora ho cominciato questa nuova esperienza, in un ruolo nuovo per me. Sta andando tutto abbastanza bene e spero continui così”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il portiere del Monza commenta la sua stagione e questo finale che lo attende...
Il capogruppo di Forza Italia in Senato smentisce le notizie circolate ieri...
I granata vogliono Palladino ma al momento il tecnico prende tempo per valutare il proprio...

Dal Network

I granata vogliono Palladino ma al momento il tecnico prende tempo per valutare il proprio...
Chiaro ormai l'addio con Palladino a fine stagione: ma Galliani ha già in testa il...
Vi proponiamo le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi in edicola...

Altre notizie

Forza Monza