Resta in contatto

News

La battaglia degli stadi il Governo sta mediando

Vezzali a colloquio ieri con il Cts, oggi e domani con presidenti di federazioni e leghe: sarà difficile arrivare subito al 50% di occupazione effettiva

Nel pomeriggio di ieri la Vezzali ha avviato i contatti con il Cts per approfondire le tematiche dell’ultimo dpcm relative al distanziamento di un metro negli eventi sportivi all’aperto (50% della capienza) e al chiuso (25%). Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo sport sa che i club vorrebbero arrivare subito al 50% effettivo dei posti, ma ha capito che la richiesta è complicata da essere accettata “in toto” dagli esperti di fiducia dell’esecutivo. Lo scrive il Corriere dello Sport.

Perché? Il metro di distanziamento inteso dal Cts è circolare ovvero sia in orizzontale sia in verticale e ciò porterebbe a stadi più o meno sul modello dell’Olimpico in occasione delle partite dell’Europeo ovvero con il 25% della capienza. E’ evidente che ci sia bisogno di una mediazione, di favorire la ripartenza dello sport senza derogare sul tema della sicurezza perché il distanziamento sociale continuerà a valere nella vita di tutti i giorni. Niente eccezioni per gli stadi, anche se il Green Pass è un bell’aiuto. Detto questo, il Cts non è arroccato sulle sue posizioni come nei giorni più bui della pandemia. Tradotto: ci saranno delle concessioni. Vedremo quali e quante.

MEDIAZIONE

Il compromesso portato avanti dalla Vezzali potrebbe essere quello di rispettare il distanziamento di un metro solo in orizzontale. Un posto occupato e due vuoti in quasi tutti gli stadi, eccetto in quelli dove i seggiolini sono più larghi (all’Allianz Stadium un posto sì e un posto no), ma di utilizzare tutte le file orizzontali, non una sì e una no. Come una sorta di scacchiera “anomala”. La regola chiaramente sarebbe estesa a tutti gli impianti all’aperto di tutte le categorie italiane. A che percentuale di riempimento porterebbe? Difficile dirlo perché gli stadi sono diversi: alcuni per esempio hanno tratti curvi delle tribune dove la perdita di posti con il distanziamento è maggiore. A spanne si potrebbe salire a un riempimento medio del 30-33%.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News