Forza Monza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il Pagellone di ForzaMonza: la difesa

Si chiude con una cocente delusione la stagione dei biancorossi. Vediamo i promossi e i bocciati di un campionato altalenante

Il Monza si ferma nella semifinale playoff e manca la promozione in Serie A chiesta dalla proprietà. ForzaMonza analizza reparto per reparto per capire cosa ha funzionato e cosa no.

I PORTIERI

In porta hanno trovato spazio tutti e tre i portieri a disposizione. Ma certamente il ruolo da protagonista lo ha avuto Michele Di Gregorio che porta a casa 31 presenze tra campionato, playoff e Coppa Italia. Partito in panchina dalla vittoria di Venezia in poi è diventato protagonista. Per lui una stagione molto positiva che gli varrà, con ogni probabilità, un posto in Serie A. Lamanna si è dovuto arrendere al brutto infortunio, anche se da tempo aveva lasciato il posto. Sommariva si è dimostrato essere un ottimo terzo portiere. Potrà crescere e scalare le gerarchie.

LA DIFESA

Partiamo dalle note liete: Pirola, ragazzo di 19 anni che ha sgomitato un bel po’ prima di trovarsi il suo spazio. Ma per lui il voto può e deve essere più che sufficiente. Ad inizio campionato, come detto, è rimasto spesso in panchina: 33 minuti giocati in 21 partite di campionato. Poi ha preso spazio e considerazione. Bravo. Tutto sommato positiva anche la stagione di Scaglia, tranne però per la gara di Cittadella.

Bocciati invece i leader della difesa del Monza. Paletta e Bellusci dovevano essere i cardini della retroguardia biancorossa e invece hanno avuto un rendimento troppo altalenante. Tra infortuni, squalifiche ed errori non possono considerare positiva questa stagione. Bettella invece si è perso nel corso del campionato. In panchina all’inizio e alla fine: mentre ha giocato praticamente sempre nella fase centrale della stagione. Rimandato.

I TERZINI

Carlos Augusto è una delle note più liete del campionato del Monza. Padrone indiscusso della fascia sinistra alla sua prima stagione in Italia ha messo a segno 3 gol e fornito 5 assist (Coppa Italia compresa). Fase iniziale timida poi è cresciuto diventando un punto di riferimento della squadra.

Molti più dubbi a destra. Finché Brocchi ha optato per la difesa a quattro il titolare è stato Donati, che però non ha certo portato a casa una stagione memorabile. Da lui ci si poteva e doveva aspettare molto di più. Ha fatto meglio Sampirisi da quando il Monza è passato al 3-5-2. Mario, capace di giocare anche a sinistra, si è ritagliato il ruolo di prima alternativa fino, appunto, al cambio di modulo.

Per lui stagione sufficiente. Così come per Carlos Augusto che certamente porterà diverse squadre, anche di A, a bussare alla porta del Monza.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I felsinei hanno mostrato una qualità e un ritmo da grande squadra ma il Monza...
Il nuovo sistema di gioco unito alla crescita di alcuni compagni non facilitano il rientro...

Dal Network

Trattativa spedita con Fininvest che però rimarrebbe comunque socio di minoranza con una discreta percentuale...
Avere una squadra incentrata su giocatori italiani è sempre stato un obiettivo della gestione Berlusconi-Galliani...
Le parole di Thiago Motta al termine della sfida pareggiata in casa contro il Monza...

Altre notizie

Forza Monza