Resta in contatto

News

Del Governo: potere assoluto alla FIGC. Potrà decidere su promozioni e retrocessioni

Nel Decreto del Governo che dovrà uscire nei prossimi giorni c’è anche un nuovo articolo dedicato allo sport che può cambiare molto per questa stagione

È l’ultimo arrivato, ma vale una mezza rivoluzione. Scrive La Gazzetta dello Sport. L’articolo 211 quater del decreto legge “Rilancio” è riapparso nel fascicolo del provvedimento in extremis. Ma rappresenta una novità fondamentale. Lo sport è più autonomo, la giustizia sportiva molto meno. Il testo amplia le prerogative delle federazioni non soltanto nel senso di costruire una diga davanti alla preventivabile alluvione di ricorsi da parte delle società penalizzate dalla definizione delle classifiche nell’epoca dell’emergenza Covid, ma anche nell’organizzazione dei campionati che verranno.

Il titolo non spiega tutto: “Disposizioni processuali eccezionali per i provvedimenti relativi all’annullamento, alla prosecuzione e alla conclusione delle competizioni e dei campionati, professionistici e dilettantistici“. Il testo, invece, è decisamente impattante: “In considerazione dell’eccezionale situazione determinatasi le federazioni sportive possono adottare, anche in deroga alle vigenti disposizioni dell’ordinamento sportivo, provvedimenti relativi all’annullamento, alla prosecuzione e alla conclusione delle competizioni e dei campionati“.

Fin qui siamo nell’ordine di quanto è già successo in questi giorni. Dopo la virgola, però, c’è un’aggiunta molto significativa: “Ivi compresa la definizione delle classifiche finali, per la stagione sportiva 2019-2020 nonché i conseguenti provvedimenti relativi all’organizzazione, alla composizione e alle modalità di svolgimento delle competizioni e dei campionati per la successiva stagione sportiva 2020-2021“.

Per Grassani, avvocato, “miglior provvedimento, in questo momento, non poteva essere adottato. Siamo di fronte ad una vera e propria riforma dello sport concentrata in un solo articolo che conferisce tutela legislativa assoluta alle federazioni interessate dalle conseguenze del contagio, praticamente la totalità delle 44 riconosciute dal Coni. E per quanto attiene alla Figc, poi, essendo quella maggiormente interessata da ipotesi di conflittualità immanenti, avremo un presidente federale molto più responsabilizzato ma anche con il governo al suo fianco, particolare non da poco“. Non a caso, nel gergo di queste ore, l’articolo ha già trovato un soprannome: “Norma Gravina“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News