Resta in contatto
Sito appartenente al Network

L'Angolo dell'Avversario

Monza, occhio a Sabiri: il Marocco lo ha caricato

Il centrocampista vuole andare in Qatar. Tutto dipenderà dalla stagione con la Samp a partire da domenica

Gli sono bastati cento secondi di gioco per celebrare il debutto nella nazionale del Marocco con un gol dei suoi – gran botta da fuori area – ormai diventati il marchio di fabbrica di Abdelhamid Sabiri alla Sampdoria. Uno che, a Genova, sta ormai facendo l’abitudine a segnare gol mai normali, mai banali. Certo è che la convocazione in nazionale del trequartista marocchino (ma non cittadinanza tedesca), atteso in queste ore a Genova, riconsegna a Marco Giampaolo un giocatore caricato a mille, che può tornare ad essere un giocatore fondamentale non solo sul piano realizzativo, ma anche della costruzione del gioco. Il gol segnato contro il Cile in amichevole (e festeggiato sui social dalla Samp con un eloquente «Orgogliosi di te») ha scatenato in patria un ampio dibattito – sulla spinta di media e tifoseria) – sulla necessità di inserire Sabiri nell’elenco allargato dei pre convocati in vista del Mondiale in Qatar. Il c.t. Regragui, dopo la partita della settimana scorsa, ha lasciato aperto il discorso, ma di sicuro adesso osserverà con particolare attenzione le prossimo prestazioni del centrocampista ex Ascoli in Serie A con la maglia blucerchiata. Giampaolo auspica che questa iniezione di fiducia serva al giocatore per ritrovare soprattutto continuità di rendimento. Scrive La Gazzetta dello Sport.

Una situazione, questa peraltro ampiamente prevista dall’allenatore di Giulianova, che tre mesi fa aveva messo tutti in guardia sulla possibilità (per molti, una certezza) che Sabiri avrebbe potuto tenere lo stesso ritmo – non solo a livello realizzativo – dei suoi primi sei mesi in Serie A. Perché il difficile, era stata la sentenza (corretta) dell’allenatore blucerchiato, sarebbe arrivato con la nuova stagione, ormai smaltiti i benefìci dell’effetto sorpresa. E così è puntualmente avvenuto. Sabiri era partito forte – gol impossibile da centrocampo nell’amichevole di Istanbul contro il Besiktas, poi a segno di nuovo su rigore in coppa Italia contro la Reggina -, ma poi s’è sbloccato in campionato soltanto prima della sosta (il 17 settembre a La Spezia). Ora serve il cambio di passo, a cominciare dalla sfida-salvezza senza appello contro il Monza in programma domenica al Ferraris. D’altra parte, la storia sampdoriana parla chiaro per l’ex Ascoli (un’intuizione felicissima: è costato solo un milione di euro), diventato un affarone di mercato, con un cartellino che ora vale almeno otto volte di più. Fra le valutazioni di Giampaolo della scorsa estate («Non carichiamolo di eccessiva pressione, il secondo anno, quello in cui deve confermarsi, è sempre il più complicato»), ne spicca un’altra: «Godiamocelo quest’anno, perché lo attende un futuro importante». Da qui serve ripartire. Il tempo dirà, ma di sicuro se la scalata di Sabiri ha subìto in tempi recenti qualche rallentamento, lo si deve anche ai problemi della Samp in campionato. Forse il marocchino è stato meno letale e discontinuo del campionato scorso, però ha comunque giocato tutte le partite, colpendo due legni e risultando il blucerchiato con il maggior numero di conclusioni all’attivo. Numeri non proprio scontati. Dunque, adesso, bisogna ripartire: con l’euforia post-nazionale e un abito tattico per la Samp – 4-3-1-2, la direzione è quella – che pare fatto apposta per sfruttare al meglio le caratteristiche da trequartista di Sabiri, dietro una coppia di attaccanti che dovrebbe vedere nell’undici base Caputo e Gabbiadini. Alle spalle di Abdelhamid, Rincon spostato sul centrodestra e Villar centrale. Sabiri centro permanente del gioco blucerchiato, la speranza è questa. Se funzionerà, sarà una sfida vinta per tre: per la salvezza della Samp e per blindare la panchina di Giampaolo, innanzitutto. Ma, anche, per far spiccare il volo a questo ragazzo che è ancora all’inizio della sua bella avola sportiva con vista sul… Qatar.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da L'Angolo dell'Avversario