Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Monza “Boa-centrico”. Kevin Prince è il fulcro del gioco biancorosso

Matteo Delbue su La Gazzetta dello Sport si concentra sulla figura del ‘Principe di Monza’ che sta vivendo una seconda giovinezza

Sta nascendo un Monza sempre più “Boa-centrico”. Kevin Prince Boateng ci ha impiegato davvero poco a prendere in mano la sua nuova squadra, trascinandola sabato, sul campo del Cittadella, alla prima vittoria stagionale in campionato. Una vittoria che in Brianza mancava in Serie B da 19 anni. In attesa della migliore condizione fisica, il “Principe di Monza” è già diventato indispensabile. Lo ha detto qualche giorno fa su queste pagine Adriano Galliani. Ma soprattutto lo sta dimostrando in campo. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Boateng ha compiuto 33 anni lo scorso marzo, sa bene che nel calcio l’età è una variabile non decisiva. Conta di più la volontà di vivere una seconda giovinezza con il Monza. Le premesse ci sono tutte e la prestazione di Cittadella ha cancellato ogni scetticismo. Un gol dagli undici metri (seconda rete di fila come non succedeva dal 2018 a Sassuolo). Boateng è il fulcro del gioco di Brocchi. Tanto lavoro di sponda, dialogando soprattutto con Frattesi e Fossati.

Boateng è tanto utile in campo quanto negli spogliatoi. Un concentrato di leadership e carisma che ricorda quanto sta facendo Ibrahimovic al Milan. Un esempio da seguire, un senatore del pallone capace di trasmettere la mentalità vincente.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News