Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

AMARCORD MONZA – Tombolato campo amico per il Monza

Torna la rubrica di Fiorenzo Dosso per ForzaMonza.it. Stavolta si parla del Cittadella, prossimo avversario dei biancorossi

Nel calcio funziona così: quando le cose vanno male ci si aggrappa a tutto per venirne fuori. Ed uno dei salvagenti più utilizzati è quello della scaramanzia. In quest’ottica il Cittadella sembra arrivare al momento giusto per un Monza in crisi di risultati e falcidiato dalle assenze: 8 precedenti (tutti abbastanza recenti) in campionato, 6 vittorie biancorosse, 1 pari ed 1 solo successo granata. Il nostro archivio personale oggi ricorda due colpacci esterni: quello del 18 Marzo 2001 e quello del 18 Febbraio 2006. Nel primo caso, in Serie B, il Monza – rigenerato dalla cura Salvemini dopo la disastrosa gestione Antonelli colpevolissimamente prorogata oltre il logico da una società in disarmo – si stava giocando le residue speranze di salvezza. E proprio quella vittoria (gol-partita di Florio al minuto 72) contribuì ad alimentare una flebile illusione: i biancorossi (che avevano chiuso l’andata all’ultimissimo posto con la miseria di 11 punti) si portarono a sole 2 lunghezze dal miracolo. Come (quasi) sempre le lunghe rincorse logorano e – nel breve volgere di qualche settimana – quel povero ma orgoglioso Monza si spense ricevendo il colpo di grazia a Crotone dove chiuse il match in 8 e capitolò a soli 5’ dal termine.

Di tutt’altro significato la vittoria del 18 Febbraio 2006, in Serie C1: il gol di Matteo Beretta, monzese purosangue, consolidò i biancorossi del Presidente Benigni e di mister Sonzogni, reduci dalla C2 ed ammessi in categoria a seguito della riorganizzazione dei campionati, nelle posizioni di vertice di un torneo che aveva nel Genoa (retrocesso a tavolino l’anno precedente per il famoso caso della valigetta piena di soldi) l’annunciato vincitore. Approfittando di un rendimento tutt’altro che continuo dei rossoblù, la promozione diretta se la accaparrò sorprendentemente ma con pieno merito lo Spezia del bomber Guidetti.  Il Monza chiuse la stagione al terzo posto (stessi punti del Genoa e scontri diretti sfavorevoli): nelle semifinali play-off brianzoli e liguri eliminarono rispettivamente Pavia e Salernitana e si giocarono la promozione in Serie B nella doppia finale. Al Brianteo il Genoa passò in scioltezza (0-2) ma a Marassi i ragazzi di Sonzogni vendettero cara la pelle. Un gol del gigantesco Morgan Egbedi a metà ripresa gelò il popolò rossoblù e solo il pessimo Damato di Barletta salvò dai supplementari i padroni di casa in evidenti difficoltà psicologiche negando agli ospiti un clamoroso calcio di rigore al minuto 88.

Storie di calcio. E se è vero che la storia insegna, Brocchi ed i suoi sanno che vincere al Tombolato si può.

Domenica 18 Marzo 2001:

CITTADELLA-MONZA 0-1 (0-0)

Marcatore: Florio (M) al 27’ st

CITTADELLA: R. Redaelli, M. Esposito (26’ st De Gasperi), Zanon, Ottofaro, Filippi (18’ st Migliorini), Giacomin, Mazzoleni, Martusciello, Sturba (43’ pt Baicu), Ghirardello, Scarpa. A disp.: Bertoncello, Simeoni, Ferrarese, Musso. All.: Glerean

MONZA: Calderoni, Cozzi, Colombo, Belotti, Comazzi, Florio, Sgrò, Lantignotti (9’ st Bonacina), V. Esposito (34’ st Maggioni), Zanini, Aliyu (18’ st Ganci). A disp.: L. Redaelli, Briano, Rutzittu. Degano. All.: Salvemini

ARBITRO: Pirrone di Messina

Ammoniti: Martusciello (C) e Belotti (M)

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Rubriche