Resta in contatto

News

Lega Pro: servono 9,5 milioni di euro per salvare la Serie C

Sul Corriere dello Sport si parla della situazione della terza serie italiana che ha ufficialmente chiesto di non ripartire in questa stagione

Servono 9,5 milioni per salvare i club. E’ quanto costa il salvataggio della Serie C. E non soltanto, perché con la stessa cifra si coprono anche situazioni analoghe in altre discipline dove operano professionisti di livello retributivo basso (nel ciclismo, o nel volley per esempio). Lo studio lo ha riassunto la Lega Pro che, almeno numericamente, abbisogna di maggiori attenzioni visto che la cosa tocca 2.198 persone.

Si parla dell’ammortizzatore sociale, ovvero della cassa integrazione, che andrebbe a ristorare gli emolumenti di due fasce di professionisti, oltre a poter contare su un fondo. La prima è quella dei 1835 calciatori che percepiscono fino a 30mila euro lordi annui. La seconda fascia riguarda i 363 tesserati (oltre ai calciatori sono interessati anche alcuni professionisti di altra qualifica, ad esempio alcuni direttori sportivi) che percepiscono un ingaggio annuo lordo compreso fra i 30mila e i 50mila euro.

L’ammortizzatore sociale ci darebbe una grossa mano – ammette Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro – perché oltre a essere la lega economicamente più povera di risorse, la nostra è quella che da due mesi, dal 21 febbraio scorso, non vede un centesimo“. Per completare il quadro, ci sono i 527 tesserati che percepiscono oltre 50.000 euro lordi all’anno, con i quali le società hanno trattato una riduzione con la benedizione di Lega Pro e Associazione calciatori. E che, ovviamente, non sono interessati all’ammortizzatore sociale. Tocca a Figc e Governo trovare la soluzione migliore per la Lega Pro.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News