Resta in contatto

News

L’Italia del calcio si muove: tante le donazioni per aiutare a combattere il Coronavirus

In tesa c’è il presidente del Monza con Berlusconi che ha donato 10 milioni di euro alla regione Lombardia. Ma tutti nel mondo del calcio si stanno muovendo

Una presa di responsabilità collettiva, scrive Tuttosport questa mattina, da parte di chi segue le indicazioni per contenere la fase di pandemia del Coronavirus e da parte di chi cerca di rendersi utile in una situazione delicata per l’Italia.

nei giorni scorsi, la Figc ha regalato 100.000 euro all’ospedale Spallanzani a Roma, la stessa cifra donata dal presidente interista Steven Zhang all’ospedale Sacco di Milano, cui si è aggiunto il mezzo milione di euro di giocatori, staff e dipendenti nerazzurri. Raccolte attivate anche da Roma, Juventus o da singoli come Federico Bernardeschi, Simone Zaza e Andrea Petagna. Per arrivare ai 120.000 euro di Leonardo Bonucci per la Città della salute a Torino e ai 100.000 di Lorenzo Insigne al Cotugno di Napoli.

Ieri è stata la volta di due nomi che hanno segnato gli ultimi del calcio italiano. Silvio Berlusconi, non più presidente del Milan e oggi patron del Monza, ha messo a disposizione della Regione Lombardia «la somma di 10 milioni di euro, necessaria per la realizzazione del reparto di 400 posti di terapia intensiva alla Fiera di Milano o per altre emergenze». La stessa cifra stanziata dalla famiglia Agnelli, ancora 10 milioni a beneficio del Dipartimento della Protezione Civile, per l’emergenza nazionale, e di La Stampa-Specchio dei Tempi, la fondazione impegnata sul fronte piemontese.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News