Resta in contatto

News

Monza: così Berlusconi è tornato a vincere

Approfondimento sulla realtà biancorossa da parte di Repubblica. Di seguito i passaggi più interessanti del quotidiano

Fari accesi sul Monza di Berlusconi e Galliani. La Repubblica oggi dedica un ampio approfondimento sulla squadra allenata da mister Brocchi ripercorrendo gli ultimi mesi con il passaggio di proprietà.

Se il Monza viene in B, lo fa per rimanerci di passaggio. Tutto già parla d’altro. “Facciamo la C con una società di A – dice Cristian Brocchi – Penso di aver portato un poco della mentalità vincente respirata. Significa porsi degli obiettivi e dare importanza al lavoro per raggiungerli. Al Monza non si viene per giocare a calcio ma per vincere giocando a calcio“. È noto che Silvio Berlusconi non volesse stranieri. Galliani lo ha convinto a prenderne tre ricordandogli che tre erano gli olandesi del Milan di Arrigo Sacchi.

Il reclutamento dei giocatori segue più passaggi. “Prima si individuano giocatori dalle caratteristiche tecniche coerenti con la mia idea di calcio e quella della società – spiega Brocchi – un 4-3-1-2 di proposta e di possesso. Poi, tra i calciatori individuati, si scelgono le persone. Prendiamo informazioni da ex allenatori e vecchi compagni. Un giocatore fuori contesto può rovinare un gruppo. Il Monza deve essere una squadra di bravi ragazzi con una fame da cattivi“.

Lamanna parava rigori al Genoa in A, Paletta ha giocato i Mondiali, Bellusci era feroce nel Catania del Cholo Simeone, Nicola Rigoni viene da 4 anni al Chievo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News