Forza Monza
Sito appartenente al Network

Monza-Juventus 1-2, le pagelle biancorosse di ForzaMonza: Machin spaesato, gioia Valentin

Le nostre valutazioni sulla sfida dell'U-Power Stadium

Il Monza perde 2-1 contro la Juventus. Le nostre pagelle:

DI GREGORIO 7: Sul rigore parato non c’è niente da dire, è un portiere clamoroso. Incolpevole sulla frustata di testa di Rabiot e sul gol di Gatti.

CALDIROLA 6: Qualche errore in uscita nel primo tempo ma a livello difensivo si conferma in un buon momento.

D’AMBROSIO 6: Sicuro in ogni situazione, gli attaccanti juventini non hanno mai vita facile. Peccato per il finale, forse poteva fare di più su Gatti, ma ciò non toglie la buona prova generale.

PABLO MARI 6,5: Partita di personalità, per lui Vlahovic non è mai un problema. (66′ A. CARBONI 6: Ingresso deciso come al solito)

KYRIAKOPOULOS 5,5: Procura un rigore alla Juve, anche se trattasi di “rigorino” abbastanza generoso. (65′ PEDRO PEREIRA 6: Si limita al compito e fa la sua parte in un buon secondo tempo)

BIRINDELLI 5,5: Corre tanto ma a vuoto, poi Palladino lo sacrifica in nome delle vecchie abitudini. (46′ COLOMBO 6: Il riferimento che mancava nel primo tempo in avanti. Con lui e Dany Mota il Monza torna a sgomitare in area)

PESSINA 6: Si sbraccia spesso a centrocampo, poche idee ma perché i compagni non offrono spunti. Nella ripresa in crescita con tutta la squadra, tanto da riuscire anche a proporsi in zona tiro.

GAGLIARDINI 5,5: Ancora lui in marcatura su calcio d’angolo si fa sovrastare. Contro il Cagliari era stato Dossena, oggi Rabiot. Decisamente meglio quando deve attaccare lo spazio in avanti.

MACHIN 5: Confuso, vaga in campo senza consistenza per tutto il primo tempo. (46′ DANY MOTA 6: Il suo ingresso come quello di Colombo da brio alla manovra, anche se svirgola una buona occasione nel finale)

COLPANI 5,5: La Juventus è troppo fisica per lasciarlo lì a manovrare senza un centravanti a liberargli spazio. Ma l’errore è stato di Palladino. (75′ V. CARBONI 7: Primo gol in Serie A, peccato sia stata solo un’illusione)

CIURRIA 5,5: Da falso 9 è un fantasma, meglio da esterno nel secondo tempo dove cresce con tutta la squadra.

PALLADINO 6: La formazione del primo tempo è cannata, poco da dire. L’idea del falso 9 non paga e il trio Bremer-Gatti-Alex Sandro giganteggia. A suo favore c’è però la sua eccezionale capacità di leggere la partita e con i cambi aggiusta tutto nella ripresa. Non meritava la sconfitta.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

di gregorio
Il portiere del Monza è certamente tra i migliori del campionato: in estate sarà uomo...
Vi proponiamo le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi in edicola...

A l gol di Giroud, che ha acceso le possibilità di una rimonta rossonera, la...

Forza Monza