Resta in contatto

News

Monza, Stroppa a rischio. Berlusconi: “Ci penso io”

Il presidente squarcia la tranquillità del tecnico. Riflessioni sul suo futuro

Il giorno dopo il primo punto della storia del Monza in Serie A sono arrivate le parole di Silvio Berlusconi, patron e presidente onorario. «Il Monza deve cambiare modo di stare in campo. I giocatori sono bravi, a livello di Serie A. Adesso me ne dovrò interessare ancora io, come all’inizio dei campionati di Serie B e C quando ho dato l’impostazione corretta alla squadra». A Rtl 102.5 arriva così diretta la parola del numero uno del club brianzolo che ottiene il risultato di squarciare la tranquillità sul futuro che Giovanni Stroppa pensava di essersi guadagnato con il pareggio di Lecce. Dalle parole di Berlusconi logico pensare che siano scaturite nuove riflessioni interne alla società sulla posizione dell’allenatore. Il cui futuro torna a essere in bilico. Tutto può succedere a questo punto. Anche un avvicendamento che sembrava accantonato e che invece potrebbe essere rispolverato.

Nella notte il confronto all’interno del Monza è continuato e questa mattina è probabile che verrà presa la decisione definitiva: avanti con Stroppa fino alla Juventus (domenica pomeriggio) o cambio con probabile ingaggio di Claudio Ranieri con il quale già nei giorni scorsi sono iniziati i primi contatti. Ieri la squadra non si è allenata e riprenderà oggi pomeriggio la preparazione in vista della Juventus. Le ultime ore sono tornate a essere concitate anche per via di questo giorno e mezzo di stop che ha permesso al club di riflettere. Dopo la Juventus il campionato si fermerà per una settimana e alla ripresa proporrà tre gare delicate per il Monza: a Genova contro la Sampdoria, in casa contro lo Spezia e a Empoli. In palio 9 punti per la corsa salvezza.

Lo scrive La Gazzetta dello Sport

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News