Forza Monza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Gazzetta: volatona a tre per il secondo posto. Monza insegue

La sfida di Castori: battere Covid e capolista. Oggi è promosso in A se le rivali non vincono

La corsa a tre è appena partita, ma rischia di chiudersi già oggi, con una giornata d’anticipo. La Salernitana può salire in A dopo oltre due decenni se batte l’Empoli mentre Monza e Lecce non vincono a Cosenza e in casa con la Reggina. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Ipotesi realistica? Non si sa: come sempre, quando va in campo una squadra già appagata, i dubbi sono leciti. E cioè: che opposizione farà l’Empoli a Salerno? La promozione appena conquistata porterà a un rilassamento generale o prevarrà l’orgoglio di chi porta i gradi della prima, ha perso solo due volte e non vuole macchiare la classifica? La Salernitana spera nel primo scenario, Monza e Lecce contano nella voglia di vincere (e di non fare tappezzeria) di chi ha dominato il campionato. Vediamo dunque come le tre squadre preparano lo sprint finale.

Condizione fisica

La Salernitana è un po’ stanca ma sta bene, meglio comunque del suo allenatore fermato dal Covid. Fabrizio Castori sta friggendo a casa e saprà solo stamattina, dopo l’esito del tampone, se potrà andare in panchina. Al suo posto, ieri ha parlato il vice Bocchini: «Dobbiamo concentrarci solo su noi stessi. Abbiamo speso parecchio in queste partite, ma l’obiettivo è talmente importante che la testa e il cuore ci faranno arrivare dove non bastano le energie».

Qualche problema per il Monza, che arriva da tre vittorie di fila ed è partito per Cosenza senza Boateng, bloccato da un affaticamento: sfrutterà il turno di riposo per ricaricarsi in vista degli ultimi 90’. Brocchi deciderà solo questa mattina chi affiancare a Mota Carvalho in attacco: Gytkjaer sembra in leggero vantaggio su Diaw, mentre Balotelli partirà ancora dalla panchina. Il Lecce anche a Monza ha dimostrato di essere in buona forma e nella ripresa ha costruito due limpide occasioni per pareggiare. Un risultato che avrebbe anche meritato. Per la sfida con la Reggina, Corini può contare sul rientro di Majer (da squalifica) e magari rilancerà dall’inizio Mancosu, il migliore a Monza, che ha appena rivelato la sua lotta col tumore.

Morale

Il traguardo della promozione diretta è vicino perché il vantaggio di due punti costruito su Monza e Lecce è importante ma non rassicurante: così Salerno vive in un clima di ansiosa euforia la vigilia di un finale di stagione atteso da 23 anni. Sarebbe la terza promozione dopo quelle firmate da Gipo Viani (1946-47) e da Delio Rossi (1997-98). Morale alto anche in casa Monza, nonostante la doccia gelata del rigore di Tutino nel recupero. Le tre vittorie di fila hanno dato una scossa a un gruppo che sembrava aver perso l’autostima: il destino non è nelle mani dei biancorossi che devono solo pensare a battere Cosenza e Brescia e sperare in un passo falso della squadra di Castori.

Il Lecce sembra invece vicino a una crisi depressiva: le tre sconfitte nelle ultime 4 hanno rovinato una classifica che prometteva ben altro fino allo stop del campionato. Maledire il Covid non basta, Corini deve capire in fretta cosa non ha funzionato, per esempio martedì l’approccio non è stato tra i migliori. E il fatto di essere legato ai risultati di Monza e Salernitana non è il massimo della prospettiva.

L’uomo in più

La Salernitana punta forte sull’ivoriano Cedric Gondo, l’attaccante più in forma con 4 gol realizzati nelle ultime 3 partite. Al suo fianco con l’Empoli potrebbe esserci l’ex Tutino che, grazie al rigore segnato allo scadere con il Pordenone, ha consegnato alla Salernitana l’ambito secondo posto. Anche nel Monza, ridisegnato da Brocchi con il 3-5-2, c’è un giocatore in stato di grazia: Davide Frattesi, mezzala di lotta e di governo, il simbolo di una squadra che pensa ancora alla A diretta. Le speranze del Lecce sono riposte nei piedi educati del capocannoniere Massimo Coda, già 22 gol, come nella sua stagione da record (compresa una rete nei playoff) nel Benevento 2018-’19. A Monza si è preso un pomeriggio di libertà (si fa per dire), creando comunque una buona opportunità sventata da Di Gregorio.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Vi proponiamo le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi in edicola, domenica 14 aprile 2024...
Il tecnico del Monza, Raffaele Palladino, ha parlato dopo il pari 0-0 contro il Bologna....
Le scelte dei due allenatori per la sfida di stasera...

Dal Network

Le parole di Thiago Motta al termine della sfida pareggiata in casa contro il Monza...
I rossoblu hanno messo nel mirino il tecnico del Monza che è già stato accostato...
L'attaccante, simbolo del Bologna in questa stagione, non segna da oltre un mese...

Altre notizie

Forza Monza